italiano
Biblioteche dei Filosofi : Biblioteche filosofiche private in età moderna e contemporanea
Home » Indice » Galileo Galilei
linea divisoria
Galileo Galilei




Galileo Galilei

Pisa 1564 - Arcetri 1642


La ‘Biblioteca di Galileo’ comprende oltre 500 opere che Antonio Favaro, il massimo studioso di Galileo, ha individuato come appartenute alla biblioteca privata del grande scienziato.
Nel suo studio La libreria di Galileo Galilei («Bullettino di bibliografia e di storia delle scienze matematiche e fisiche», XIX, 1886, pp. 219-293) e nelle due successive appendici del 1887 e 1896, Favaro ricostruisce la biblioteca galileiana avvalendosi di diverse fonti archivistiche: le opere dello stesso Galileo, gli stampati e la sua corrispondenza conservati nella Collezione galileiana della Biblioteca nazionale di Firenze, gli inventari dell'eredità dei suoi discendenti e di Vincenzo Viviani suo discepolo. Ne emerge un quadro dettagliato di quelle che furono le letture di Galileo nel corso della sua lunga attività di studio e ricerca: la maggior parte delle opere sono individuate finanche all'edizione; solo un esiguo numero di segnalazioni presenta dati incompleti o talvolta inesatti.
Il catalogo è strutturato in una prima sezione che raccoglie le opere dello stesso Galileo e in altre tre sezioni (opere scientifiche, letterarie e artistiche) ulteriormente suddivise in specifici ambiti disciplinari.
Nell'ambito dei numerosi progetti di ricerca curati dal Museo Galileo intorno alla figura e all'opera del grande scienziato, il catalogo della libreria di Galileo redatto dal Favaro è stato riversato in una banca dati ed offre allo studioso le possibilità di ricerca (per parola chiave, autore, titolo, editore, data ecc.) tipiche dei moderni sistemi di consultazione.
Recentemente il lavoro di Favaro si è inoltre arricchito di nuove segnalazioni bibliografiche, frutto di recenti ricerche sul tema compiute da Michele Camerota e Crystal Hall. Si giunge così all’identificazione di un totale di 600 volumi che furono certamente nella disponibilità di Galileo.
Oltre 300 opere sono disponibili in versione digitale, accessibile dalla scheda bibliografica del catalogo online.
Per la consultazione della banca dati online nel sito del Museo Galileo cliccare: http://biblioteca.imss.fi.it/ilig_lv.html

Bibliografia: U. Baldini, Galilei, Galileo, in Dizionario Biografico degli Italiani, vol. 51 (1998); M. Giaquinta, Galilei, Galileo, in Il Contributo italiano alla storia del Pensiero. Filosofia (2012).

Studi sulla biblioteca: M. Torrini, La biblioteca di Galileo e dei galileiani, «Intersezioni», XXI, 2001, pp. 545-558; M. Camerota, La biblioteca di Galileo. Alcune integrazioni e aggiunte desunte dal carteggio, in Biblioteche filosofiche private in età moderna e contemporanea, Atti del Convegno di Cagliari, 21-23 aprile 2009, a cura di F.M. Crasta, Firenze, Le Lettere 2011, pp. 81-95; C. Hall, Galileo's library reconsidered, «Galilaeana», a. 12 (2015), pp. 29-82.



Biblioteca del Museo Galileo, biblioteca di Galileo

L’elenco della biblioteca riporta per ciascuna opera il numero d’inventario che essa ha nella bibliografia di Antonio Favaro (La libreria di Galileo Galilei descritta e illustrata, «Bullettino di Bibliografia e di storia delle Scienze matematiche e fisiche», XIX,  1886, pp. 219-293; Appendice alla prima libreria di Galileo Galilei descritta e illustrata, «Bullettino di Bibliografia e di Storia delle Scienze Matematiche e fisiche», XX,  1887, pp. 372-376). I volumi sono ordinati in successione alfabetica, preceduti da una sezione di testi anonimi (letterari o di varia erudizione).


icona sfoglia Link esterno




Alessandra Lenzi
(Museo Galileo - Istituto e Museo di storia della scienza, Firenze)
ultimo aggiornamento: 2017-10-07 21:36:16