italiano
Biblioteche dei Filosofi : Biblioteche filosofiche private in età moderna e contemporanea
Home » Indice » Valentino Annibale Pastore
linea divisoria
Valentino Annibale Pastore



Valentino Annibale Pastore

Orbassano 1868 - Torino 1956


Filosofo, prof. di filosofia teoretica nell'univ. di Torino (1922-39); socio corrispondente dei Lincei (1950). Si è occupato di logica (estendendone la portata in modo da farne un mezzo di indagine della realtà: in tale prospettiva elaborò una "logica del potenziamento", secondo cui un ente varia in virtù del fatto di trovarsi in relazione con altri enti, venendone potenziato) e di filosofia della scienza (concentrandosi sui problemi gnoseologici posti dalla teoria della relatività e dalla meccanica dei quanti). Da segnalare infine i suoi studi sull'esistenzialismo e la fenomenologia.

Opere principali: Sopra la teoria della scienza (1903); Logica formale dedotta dalla considerazione di modelli meccanici (1906); Sillogismo e proporzione (1910); Il pensiero puro (1913); Il problema della causalità (1921); Logica del potenziamento (1936); Logica sperimentale (1939); Scritti di varia filosofia (1940); L’acrisia di Kant (1940); La volontà dell’assurdo: storia e crisi dell’esistenzialismo (1948); Logicalia (1957).

Bibliografia: F. Bazzani (a cura di), Le carte di Annibale Pastore. Fondo dell'Accademia La Colombaria, Firenze, L.S. Olschki, 1991.



Biblioteca di Lettere e Filosofia "Arturo Graf" dell'Università degli Studi di Torino, Biblioteca Pastore, Opuscoli, 1


icona scarica Scarica (pdf 50.3MB)    icona sfoglia Sfoglia



Biblioteca di Lettere e Filosofia "Arturo Graf" dell'Università degli Studi di Torino, Biblioteca Pastore, Opuscoli, 2

icona scarica Scarica (pdf 20,7MB)    icona sfoglia Sfoglia




ultimo aggiornamento: 2014-11-29 16:31:21