italiano
Biblioteche dei Filosofi : Biblioteche filosofiche private in età moderna e contemporanea
Home » Indice » Eugène Burnouf
linea divisoria
Eugène Burnouf

Eugène Burnouf

Paris 1801 - 1852


Orientalista francese. Professore di grammatica all’École normale supérieure (1829), nel 1832 succede a A.-L. de Chézy nella cattedra di sanscrito del Collège de France che occuperà sino alla morte. Lo stesso anno è eletto all’Académie des inscriptions et belles-lettres, di cui poco prima della morte fu nominato segretario perpetuo. Il B. contribuì in modo cospicuo alla conoscenza del pali e dell’avestico.

Opere principali: Essai sur le Pali (Paris 1826); Vendidad Sadé, l'un des livres de Zoroastre (Paris 1829-1843); Commentaire sur le Yaçna, l'un des livres liturgiques des Parses (Paris 1833-1835); Mémoire sur les inscriptions cunéiformes (Paris 1838); Bhâgavata Purâna ou histoire poétique de Krichna (Paris 1840-1847); Introduction à l'histoire du Bouddhisme indien (Paris 1844); Lotus de la bonne loi (Paris 1852).

Bibliografia: Ch. Lenormant, Eugène Burnouf, Paris, C. Douniol 1852; J. Barthélemy-Saint-Hilaire, Eugène Burnouf, ses travaux et sa correspondance, Paris, Chartres, impr. de Durand 1891.



Catalogue des livres imprimés et manuscrits composant la bibliothèque de M. Eugène Burnouf, Paris, B. Duprat 1854, [8] + 358 p., in 8°

Il catalogo di vendita redatto alla morte di Burnouf è diviso in due parti dedicate rispettivamente ai libri a stampa e ai manoscritti. La prima parte elenca 2730 descrizioni numerate in successione continua e ripartite all’interno di uno schema di classificazione articolato in 13 classi principali: Théologie (nn. 1-176), Jurisprudence (nn. 177-238), Philosophie (nn. 239-312), Sciences (nn. 240-400), Beaux Arts (nn. 401-428), Linguistique (nn. 429-1746), Géographie et voyages (nn. 1747-2065), Histoire (nn. 2066-2410), Archéologie (nn. 2411-2562), Biographie (nn. 2563-2580), Bibliographie (nn. 2581-2621), Mémoires académiques (nn. 2622-2634), Journaux (nn. 2635-2677), cui si aggiunge una sezione di Textes imprimés de l’Inde (nn. 2678-2730). La seconda parte elenca 218 manoscritti.
Manca l’indice dei nomi, mentre al termine del catalogo è riportata la Table des divisions. Nell’Avis che precede il catalogo si legge che non è stata adottata una classificazione rigorosa com’è regola fare per descrivere una biblioteca adibita ad uso pubblico, ma si è preferito un sistema misto conformandosi alle abitudini dei lettori, per le opere più usuali, ed usando il criterio linguistico per le opere scritte in lingue che esulano dall’istruzione comune.

icona toc Indice dei contenuti    icona scarica Scarica (pdf 37,20 MB)    icona sfoglia Sfoglia




ultimo aggiornamento: 2009-12-11 14:17:41