italiano
Biblioteche dei Filosofi : Biblioteche filosofiche private in età moderna e contemporanea
Home » Indice » Tito Perlini
linea divisoria
Tito Perlini



Tito Perlini

Trieste 1931 - 2013


Filosofo, docente di estetica presso l’Università Ca' Foscari di Venezia, esperto della Scuola di Francoforte è stato autore di numerosi saggi critici sulla teoria psicanalitica, oltre a svariati contributi tendenti, da diverse ma convergenti angolazioni, ad una vasta ricognizione della produzione artistica, filosofica e letteraria degli ultimi secoli. Prima di ottenere la cattedra nell'ateneo veneziano, ha vissuto prevalentemente a Milano (sua città elettiva) dove ha lavorato nell’industria e nella scuola superiore.

Opere principali: Utopia e prospettiva in Gyorgy Lukacs (Bari, Dedalo 1968); Che cosa ha veramente detto Marcuse (Roma, Ubaldini 1968); Che cosa ha veramente detto Kierkegaard (Roma, Ubaldini 1968); Gramsci e il gramscismo (Milano, CELUC 1974); Lenin: la vita, il pensiero, i testi esemplari (Milano, Accademia 1971); Che cosa ha veramente detto Adorno (Roma, Ubaldini 1971).



Università degli Studi di Trieste, fondo Tito Perlini

I libri appartenuti a Tito Perlini sono stati suddivisi in base alla materia; il nucleo più consistente è rimasto nella Biblioteca di filosofia, lingue e letterature, altre sezioni sono reperibili presso le biblioteche di Storia e storia dell'arte e di Scienze della formazione e comunicazione sempre della Università degli Studi di Trieste. L'unità del fondo è stata mantenuta inserendo, in fase di catalogazione, l'indicazione "Perlini" in un campo denominato "fornitore" presente nel software utilizzato. Tale campo però non può essere oggetto di ricerca tramite l'OPAC.


icona scarica Scarica (pdf 1.82 MB)   




ultimo aggiornamento: 2017-10-17 11:22:58